About us

Un gruppo di musicisti legati al blues, al soul, al rock psichedelico ed al Progressive rock che reinterpreta le sonorità di epoche ormai distanti, in una chiave più moderna.

Il progetto nasce dall’unione dei differenti gusti musicali dei componenti, dal tentativo di unificare delle passioni, delle sensibilità, in modo tale da poter trasmettere all’ascoltatore, quanto più possibile, l’esperienza di ogni singolo musicista, intrecciata alle altre in un unico filo conduttore.

Ispirati dalle grandi voci e dai grandi musicisti del passato, i Vinile propongono una serie di inediti composti e arrangiati lavorando insieme, i quali verranno racchiusi nel primo album chiamato “A piece of this World”, in uscita il prossimo anno.

Nel giugno del 2018 volano ad Astana e partecipano al festival internazionale “Voice of Astana” presso il velodromo della capitale.

A settembre 2018 si piazzano secondi al Contest organizzato da Radio Marilù (nota stazione Rock nel nord Italia), iniziando a trasmettere i propri pezzi in radio.

Il 4-5-6-7 giugno 2019 hanno partecipato alle finali del 32esimo Sanremo rock, suonando all’interno del famoso Teatro Ariston.

Nel maggio del 2019 entrano ufficialmente nel roster della Sorry Mom.

La formazione della band risale al 2013 (ad eccezione del bassista, entrato a farne parte nel 2015) ed è composta da: Giovanni Fumiani Alias Leone (Voce), Pietro Pomiato (chitarra), Matteo Pomiato (Tastiere), Gianluca Favero (Basso e seconda voce) e Lorenzo Ventura (Batteria).

A band of musicians bound to blues, soul, psychedelic and progressive rock with the aim of reinterpreting the sound of the good old music in a modern key.

The project combines the different music tastes of the band’s members and tries to bring together all the passions and feelings in order to communicate to the audience, as much as possible, the experience of each musician.

Inspired by the great voices and musicians of the last century, VINILE proposes several unpublished songs that will be included in their first album that will be published the next year and will be called “A piece of this World”.

In June 2018, the band represented Italy at the international music festival “Voice of Astana”,(Kazakistan), playing its songs in front of 10.000 people.

In May 2019, the band signed with the Italian label Sorry Mom!!

The band was formed in 2013 and it is composed of: Giovanni Fumiani, AKA Leone (Vocals), Pietro Pomiato (Guitar), Matteo Pomiato (Keyboards), Gianluca Favero (Bass-choirs), Lorenzo Ventura (Drums).

Giovanni Fumiani, stage name Leone, singer. “I can say that music is like the filter of our deepest emotions… that is why, while I am singing, I can truly be myself. Going on stage and giving everything is what makes me feel good”.
——————————————————————————————————-
Giovanni Fumiani, in arte Leone, cantante. “Devo dire che la musica è un po’ il filtro delle nostre emozioni più profonde… ed è per questo che cantando mi sento veramente me stesso. Salire sul palco e dare tutto mi fa stare bene”.
Gianluca Favero, bass player. “In a messed world, music is the only
polestar to follow”. ———————————————————————————————————
Gianluca Favero, bassista. “In un mondo che perde la bussola, la musica è la stella polare da seguire”.
Pietro Pomiato, guitarist. “The greatest satisfaction in making music is seeing the audience smiling at your concerts”.
———————————————————————————————————-
Pietro Pomiato, chitarrista. “La soddisfazione più grande quando si fa musica è poter vedere il proprio pubblico sorridere ai tuoi concerti”. 
Lorenzo Ventura, drummer. “When I was a child, I chose to play drums and it has become my world ever since. When I play, I try to give to the public the truest me and there is nothing that makes me feel better than doing that”.
———————————————————————————————————-
Lorenzo Ventura, batterista. “Da piccolo ho scelto la batteria ed è diventata il mio mondo. Quando suono cerco di dare al pubblico la versione più vera di me e non c’è nulla che mi faccia stare meglio”. 
Matteo Pomiato, keyboardist. “I believe music is incredible: it lets us experience its epochs, places and history”.
——————————————————————————————————–
Matteo Pomiato, tastierista. “Credo che la musica sia qualcosa di incredibile: ci permette di vivere le sue epoche, i suoi luoghi e le sue storie in prima persona”.